Come scrivere la descrizione di un prodotto per conquistare l’utente e convertire

La descrizione del tuo prodotto ha un bel peso da portare sulle spalle. Quando il potenziale consumatore arriva sulla scheda con tutte le spiegazioni, inizia a farsi delle domande: è il prodotto giusto per me? È quello che vorrei?

Secondo uno studio di eCommerce effettuato da Nielsen, circa il 20% dei mancati acquisti o degli errori di acquisto è potenzialmente il risultato di informazioni sul prodotto mancanti o poco chiare.

In una rapida lettura bisogna far capire al consumatore che quello che sta cercando e di cui ha bisogno è proprio lì, a portata di click!

Alcune descrizioni prodotto non sono così accurate, sono aride e non esprimono tutto il loro potenziale, lasciando quindi l’utente in balia di se stesso.

Sono sei gli elementi che ti consigliamo di tener presenti per elaborare descrizioni prodotto che convertano.

1. Attenzione al titolo ad effetto

Il tuo utente è appena atterrato sulla tua landing page e hai circa 15 secondi per catturarlo e convincerlo a rimanere sulla pagina. Cosa fare?

Devi sicuramente curare con grande attenzione il titolo di apertura della pagina e il sottotitolo, in quanto ricoprono una posizione rilevante.

Gioca subito sui benefici che l’utente può trovare nell’usare quel prodotto o servizio, andando incontro ai bisogni del consumatore fin dall’inizio e risolvendogli un problema.

Usa parole ad effetto per descrivere gli USP (Unique Selling Point) del tuo prodotto: perché è speciale e diverso dagli altri?

Mostra al tuo futuro consumatore come potrebbe essere fantastica la sua vita se utilizzasse il tuo prodotto o servizio.

Esempio: descrizione dell’app Canva (Problem solving e parole d’effetto).

2. Cementa la relazione con il potenziale consumatore

Adesso che hai ottenuto l’attenzione dell’utente dalle prime righe, devi riuscire a cementare questa relazione, mostrandogli perché dovrebbe scegliere il tuo prodotto o servizio, perché è il migliore di tutti.

Puoi inizialmente descrivere il tuo mercato primario e settore di riferimento, utilizzare anche numeri di persone che hanno già scelto questo prodotto o servizio, come riprova sociale.

Mettere in evidenza i vantaggi che il consumatore può trovare nel suo utilizzo, è un’altra buona leva da usare.

3. Crea una connessione tra le caratteristiche del prodotto e i bisogni dell’utente

Spesso le descrizioni si riducono a una lista di caratteristiche tecniche del prodotto, dimenticando che è proprio qui che sta la grossa differenza con i competitor.

Se il lettore ha già chiaro il prodotto e lo conosce già, può bastare creare una lista descrivendo ogni singola peculiarità. Usare i bullet point, per dividere bene il testo visivamente, è un’altra buona norma.

Per un utente ancora inesperto invece può essere molto utile unire alle caratteristiche i benefici che potrebbe portare questo prodotto attraverso una descrizione più emozionale e personalizzata.

Le combinazioni e soluzioni possono essere molteplici, di seguito ti proponiamo un esempio di format per creare delle liste con caratteristiche parlanti verso il potenziale consumatore.

Caratteristica tecnica/prodotto + vantaggio per l’utente

  • “Con(caratteristica), potrai(descrivi cosa può essere raggiunto)
  • (Caratteristica) significa che (descrivi cosa può essere raggiunto)
  • (Caratteristica) ti permette di (descrivi cosa può essere raggiunto)
  • (Caratteristica) ti aiuta a (descrivi cosa può essere raggiunto)
  • (Caratteristica) migliora  (descrivi cosa può migliorare)

Beneficio + caratteristica tecnica/prodotto

  • “Raggiungi (specifica cosa) grazie a (Caratteristica)
  • “Fai esperienza di (specifica cosa) quando usi (Caratteristica)
  • “Senti (specifica cosa) mentre usi (Caratteristica)
  • “Scopri come è facile (specifica cosa) con (Caratteristica)”

Esempio: descrizione dell’app Google Chrome (ogni caratteristica viene descritta pensando all’utente e ai benefici che potrà trarre dall’uso dell’app.)

4. Semplifica, semplifica, semplifica

La leggibilità del tuo testo è fondamentale, per questo motivo fai attenzione a come scrivi le frasi, con una struttura sintattica semplice e non troppo lunga. Anche i paragrafi, mai troppo lunghi e articolati, ma chiari, facendo tesoro del concetto di sintesi.

Dividi i paragrafi, se necessario introduci dei titoletti.

Una volta che hai scritto e preparato tutto il tuo testo, lascialo riposare qualche ora e poi rileggilo. Sarai sorpreso di come lo vedrai con occhi diversi e sarai in grado di snellirlo ancora e apportare migliorie.

5. Anticipa domande e obiezioni

Questo è sicuramente un punto, che se ben sviluppato può trasformare la tua descrizione prodotto in una descrizione ad alto tasso di conversione.
Il segreto è andare a fondo su quello che il tuo prodotto può veramente fare per il suo consumatore, cercando di anticipare qualsiasi domanda o obiezione in merito.

Facile a dirsi, ma a farsi?

Identifica i possibili punti deboli, di frizione con il prodotto. Se hai pochi dati, puoi coinvolgere la tua community con un sondaggio e cercare di capire cosa potrebbe essere migliorato.

Puoi includere nella tua descrizione prodotto le FAQ (Frequently Asked Question) per anticipare le possibili domande degli utenti.

Anche testimonials, recensioni, riprove sociali di altri utenti che raccontato la loro esperienza con il prodotto, sono ottimi contenuti da aggiungere alla tua scheda prodotto.

6. Includi un chiaro invito all’azione

Ultima, ma non meno importante, la cosidetta Call To Action (CTA) deve essere sempre presente.

Parole attive e non passive. Microcopy chiari e incisivi per far compiere la conversione al nostro pubblico!

Una checklist utile per la tua descrizione prodotto

Prima di cominciare a scrivere una descrizione prodotto, ricorda sempre questo: scrivi descrizioni prodotto che servono davvero ai tuoi clienti.

Cerca di andargli incontro, lì dove loro si trovano nel customer journey. Comprendi le loro esigenze. Fornisci informazioni accurate e complete che li aiutino a prendere una decisione di acquisto intelligente. Racconta loro una storia che li aiuti a immaginare come questo prodotto potrebbe rendere la loro vita migliore.

E fai fare loro una bella risata, se ci riesci!

Se hai bisogno di un po’ più di ispirazione per iniziare, prova a rispondere a queste 10 domande:

  1. Chi acquisterà e / o userà questo?
  2. Quali problemi ordinari affronta quotidianamente chi cerca questo prodotto? In che modo questo prodotto potrebbe risolverli?
  3. Cosa rende questo prodotto diverso dagli altri prodotti sul mercato?
  4. Cos’altro si potrebbe comprare per risolvere il loro problema? Che cosa stanno attualmente usando?
  5. Cosa rende felice questa persona? Cosa lo preoccupa?
  6. Cosa apprezza questa persona?
  7. Di quali informazioni ha bisogno per prendere una decisione d’acquisto intelligente?
  8. Cosa puoi fare per sorprenderlo?
  9. Cosa dovrebbe far sentire all’acquirente il tuo prodotto? In che modo la descrizione del tuo prodotto può farli sentire così senza dirglielo?
  10. Come puoi chiedere direttamente ai tuoi clienti reali quali sono le loro esigenze e i loro punti deboli?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *