Come nasce un contenuto

Il processo per trovare argomenti originali e rilevanti

Da dove partire?

Concordiamo tutti sul fatto che creare buoni contenuti è uno dei modi migliori per ottenere risultati sui social media. In pochi però sanno come si crea un contenuto e soprattutto come nasce.

Infatti la maggior parte delle persone pensa che un contenuto di successo parta da un’idea, un argomento “caldo” o semplicemente dal caso o parlano di qualcosa che ci piace.

Solo dopo aver creato il contenuto provano a farlo piacere alla propria audience, ottenendo scarsi risultati.

Il paradigma giusto, infatti, è totalmente l’opposto.

L’argomento alla fine!

L’argomento di un contenuto, strano a dirsi, si cerca per ultimo. Nella prima fase dobbiamo concentrarci su una e una sola cosa.

LA NOSTRA AUDIENCE – Sarà lei la destinataria del nostro contenuto e in quanto tale dovremo andare ad analizzarla e capire i suoi bisogni e problemi.

Vecchio paradigma

1. Ricerca argomento -> 2. Creazione contenuto -> 3. Cercare di farlo piacere alla nostra audience

Nuovo paradigma

1. Target audience -> 2. Creazione contenuto che risolve problemi -> 3. Ottimizzazione per argomenti ad alto traffico

1 ANALIZZA I BISOGNI E LE PREOCCUPAZIONI

Ogni audience è diversa, ed ognuna ha delle “preoccupazioni” o “esigenze” che la accomunano.

Ad esempio, se la tua audience è composta da social media manager, una delle loro esigenze sarà riuscire ad ottimizzare il loro lavoro, riuscire a trovare buoni clienti, essere aggiornati sulle ultime news etc.

Alcuni tools di ricerca come Also Asked e Answer the Public possono aiutarti in questa ricerca.

2 CONTENUTI CHE RISOLVONO PROBLEMI

Una volta individuati i problemi siamo già a metà dell’opera. Quello che rimane da fare in primis è andare a immaginare dei contenuti che possano risolvere le esigenze emerse.

D’altronde “risolvere i bisogni del proprio target” è una tra le prime e più importanti leggi del marketing.

3 FILTRA PER ARGOMENTI AD ALTO TRAFFICO

Ovviamente non tutte le esigenze della nostra audience avranno lo stesso impatto. Ci saranno problemi più diffusi di altri.

Per questo, ora che ci occupiamo finalmente dell’argomento, cercarne alcuni che risolvano bisogni condivisi più ampi può garantirci maggiore traffico e risultati.

4 ARGOMENTI COME PAROLE CHIAVE

In questa fase può essere utile trattare gli argomenti come delle vere e proprie keyword e andare ad effettuare su di essi una ricerca per capire quanto traffico veicolano.

Per farlo possiamo utilizzare tools come Keyword Everywhere o lo Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google, che ci permetteranno di vedere quanto è ricercata una parola chiave piuttosto che un’altra.

RICAPITOLANDO:

Analizza la tua audience e i suoi bisogni -> immagina contenuti che risolvono quei bisogni -> filtra per gli argomenti ad altro traffico -> Ora puoi creare il tuo contenuto!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *